Il Villaggio Restaurants & Lounges Jeddah

IMG_0027In una splendida cornice, il villaggio restaurants & lounges propone ai suoi clienti Sauditi il meglio della cucina Italiana e pasticceria, ma nel gourmet shop troviamo il meglio dei prodotti “Made in Italy”.

DSC_0151

DSC_0050

DSC_0180un posto incantevole da visitare, sei ristoranti cosi vicini ma cosi difersi, dal classico al moderno, e Il Villaggio oggi è diventato per i Sauditi l’anticamera dell’Italia, grazie alla cucina di grande tradizione Italiana e la grande pasticceria di Vincenzo Raschella http://www.vincenzoraschella.it

8 commenti

Archiviato in 1

8 risposte a “Il Villaggio Restaurants & Lounges Jeddah

  1. De Santis giorgio

    Ero a Jeddah qualche mese fa per lavoro e degli amici mi hanno portato a cena in questo locale, ho mangiato divinamente e la cortesia del cuoco Raffaele è stata impeccabile, ho mangiato la pasta vuccaria, mi sembra così, e la caprese con la mozzarella di bufola credevo di essere a Napoli, complimenti e buon lavoro.

  2. Vucciaria!!!! mi consenta. Buona he!!!! Mi fa piacere.

  3. Jeddahingwater

    Spesso per lavoro sono a Jeddah, quando sono andato per la prima volta in questo locale nel maggio 2007, sono scappato per la vergogna di essere italiano.
    Sono andato lo scorso aprile e devo onestamente dire che in giro per il mondo pochi ristoranti italiani sono ben fatti e una cucina curata, sono rimasto sorpreso del cambiamento, ho chiesto se avevano cambiato chef ma il pasticciere dopo avermi curato con dei dolci fantastici mi ha raccontato la storia del primo momento.
    Il villaggio credo che oggi rappresenti il miglior ristorante non solo a Jeddah ma anche nel ME.
    Complimenti allo chef e a tutto lo staff, ormai è la Mia cads quando sono a Jeddah. Grazie spero di vedere questo ristorante anche in Cairo.

  4. Giovanni Coppola

    Un grande ristorante! Thanks mr. Mammund Almaeena and Madame Nashwa.

  5. in effetti in un primo momento, cioe’ quando abbiamo aperto il 11 aprile 2007 ci sono stati dei problemi organizzativi e non solo, dovuti anche a una certa inesperienza da aprte della compagnia, ma sopratutto del personale, io da parte mia ci ho messo tutta la buona volonta’ e se oggi il Villaggio ottiene dei piccoli risultati lo deve non solo a me, questo si e’ ottenuto quando con Vincenzo Raschella e dopo Con Raffaele Cuomo abbiamo costruito un team unito facendo un lavoro di pulizia e di scuola stessa.
    Oggi e’ vero il villaggio ha un volto nuovo ripstto ad allora, e non perche’ io ne sono l’Executive chef ma perche’ abbiamo fatto passi da giganti, Il villaggio non ha una cucina filo americana, sin dall’inizio e forse queste sono state le difficolta’ maggiori, abbiamo dato vita a una cucina tradizionale e salutare, al villaggio non ci permetteremo mai di fare manipolazioni o di dare al nostro cliente qualcosa che francamente io non condivido, e che non ha nulla a che vedere con la storia della cucina Italiana.
    Io non so se all’estero avere una cucina improntata sulla tradizione e prodotti freschi ti paga ma sono certo e convinto di una cosa, che non contribuisco a far fare soldi ai signori degli ospedali, e’ gia un punto a favore, prima o poi anche in Arabia la gente capira’ l’importanza del magir bene e cureranno alla dieta e al corpo e poi vedremo sei i fast-food continuerannoa vivere.
    il male di noi italiani all’estero e’ questo noi viviamo con la logica di mercato, dare al cliente quello che vuole, io la penso esattamente l’opposto e non perche’ non ho ripseto nel cliente e prprio perche’ ne ho tanto di rispetto che do al cliente una cucina vera!
    e non mi permetto, ne ora ene mai di dare spazio alla logica del mercato per rovinare della gente, i francesi sono i cinesi gli indiani non cambiano la loro cucina, lo stesso mac Donald tu non trovi gli spaghetti alle vongole,perche’? perche’ ha un concept, noi Italiani questo ancora ce dobbiamo arriva’!!!

  6. Sara34

    Io vivo e lavoro a Londra ed ad essere onesta prima con me stessa e poi per chi mi legge, debbo dire che i ristoranti italiani fuori dai confini fanno schifo, in tutti i sensi, credetemi non è un buon biglietto da visita per noi stessi italiani, io non conosco questo locale, io spero quanto scritto sia il vero ma ho forti dubbi.
    In quanto al concept, concordo in pieno ma va detto/scritto anche che sia il governo che sia le tanti associazioni che nascono come funghi di fine estate, non controllano nulla, si fregano solo i soldi per i tanti momenti di promozione di aziende e prodotti.
    l’Italia deve cambiare atteggiamento, politica e marcketing, altrimenti sono inutili queste polemiche di basso fondo.
    I tanti chef in giro per il mondo sono solo dei mercenari e basta servi di padroni senza avere una minima cultura, chef italiani? Dove ci sono altrimenti ti trovi Cinesi, in un ristorante Francese non troverai mai un Cinese, questa è la forza dei Cugini, loro sanno come difendere la cultura.

  7. Carissima Sara io non sono daccordo con Te!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...