Riordino Fondiario

riordino fondiario

L’Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare (Ismea) interviene a servizio delle imprese agricole attraverso diversi strumenti operativi volti a favorire il processo di modernizzazione del settore agricolo. In particolare, nell’ambito delle politiche di sviluppo rurale ed in armonia con la normativa comunitaria, nazionale e regionale, l’Ismea svolge le funzioni di organismo fondiario nazionale, con l’obiettivo primario di favorire la formazione e lo sviluppo di imprese agricole in favore di giovani imprenditori (preferibilmente under 40).
Tale compito, conseguente alla decisione della Commissione UE del 5 giugno 2001, SG(2001)D/288933, con la quale è stato approvato il regime di intervento Ismea in materia di riordino fondiario (n. 110/2001), è svolto in base a “criteri e modalità di intervento ” che rispondono pienamente delle innovazioni normative conseguenti alla emanazione dei Decreti legislativi n. 228/2001, n. 99/2004 e n. 101/2005.
L’ISMEA svolge un ruolo di advisor nel processo di privatizzazione dei terreni agricoli delle Amministrazioni locali, regionali e nazionali.
Praticamente l’Ismea acquista l’azienda dal venditore e la assegna al beneficiario in possesso dei requisiti attraverso la modalità del patto di riservato dominio, ovvero attraverso lo strumento del leasing immobiliare agevolato.

Requisiti richiesti PERSONE FISICHE in possesso di conoscenze e competenze professionali – giovani con meno di 40 anni

– IAP e CCDD con meno di 50 anni

SOCIETA’ AGRICOLE – società di capitali (con almeno un amministratore “qualificante IAP o CCDD)

almeno il 50% dei soci con meno di 50 anni alla presentazione della domanda – società di persone (con almeno un socio “qualificante” IAP o CCDD) – società cooperative (con almeno un amministr./socio “qualificante” IAP o CCDD)

– Acquisto dell’azienda dal venditore e successiva assegnazione al beneficiario in intervento possesso di requisiti attraverso la modalità del patto di riservato dominio

Modalità di

– Acquisto dell’azienda dal venditore e successiva assegnazione al beneficiario in possesso di requisiti Attraverso lo strumento del leasing immobiliare agevolato

– mutuo a tasso agevolato (dal 2 al 3%) con massimali: o 750 €/000 per le persone fisiche o società unipersonali o 2.000 €/000 per le società

– durata dell’ammortamento: 15-20-25-30 anni – assistenza tecnica e finanziaria post assegnazione

Agevolazioni

– pagamento di due rate semestrali contrattuali – vincolo di indivisibilità dei terreni almeno 15-ennale

– obbligo di conduzione diretta per almeno 5 anni – obbligo di fornire i dati per il monitoraggio aziendale

– compravendite in ambito familiare (tra genitori e figli; tra coniugi; tra affini entro il esclusione 1° grado)

– compravendite con richiesta di acquisto e/o offerta effettuata da società, i cui soci o alcuni di essi abbiano tra loro il grado di parentela indicato nel punto precedente

– compravendita in cui il soggetto offerente/richiedente risulti socio del soggetto richiedente/offerente alla data della richiesta di intervento.

Modulistica http://www.ismea.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/1088

http://www.ismea.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/88

Lascia un commento

Archiviato in 1

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...