Un gruppo maturo e credibile..sara’ vero?

Il GVCI è cresciuto e ha la giusta età per presentarsi al mondo. Siamo maturati molto da quando abbiamo iniziato dieci anni fa. Oggi il nostro Foum è l’unico spazio dove i temi e i problemi della nostra categoria sono dibattuti tra chi vi fa parte.

Continueremo a parlare nel Forum, come abbiamo fatto negli ultimi dieci anni, ma abbiamo deciso di rinnovare anche il nostro sito in italiano che, gradatamente, rifletterà i contenuti di quello in inglese. Iniziammo www.itchefs-gvci.com nel 2007 e fu un grande passo in avanti, grazie soprattutto all’impegno diRosario Scarpato. In questi anni il sito in inglese ha curato con successo l’immagine e le iniziative del GVCI nel mondo. Oggi possiamo dire che grazie a quelle iniziative siamo l’unico credibile network di cuochi e professionisti dell’enogastronomia italiana che lavorano in giro per il  mondo, riconosciuto come tale da tutti coloro che lavorano nel settore. Il potenziamento del sito in italiano, affidato ancora una volta a Rosario Scarpato, punta allo stesso obiettivo di itchefs-gvci.com: promuovere il network GVCI come simbolo universale della cucina italiana di qualità nel mondo, di quella qualità cui noi cuochi siamo i principali fautori.

Con queste Parole Il Presidente-Executive Chef Mario Caramella, presento il suo GVCI nel Mondo, che sia un gruppo di grande impegno gasto-culturale nessuno lo mette in dubbio, ma Illustrissimo Caramella, so benissimo che lei se la prendera’, ma chi ha inventato le critiche lo ha fatto per costruire, e io mi concedo il lusso di farti una critica, il forum che tu descrivi forse e’ solo sulla carta, fino a quando me lo hai permesso, ora non posso piu’ leggere, per la logica di dittatura interna, non ho mai, letto discussioni serie, il forum e’ uno spazio come dici tu ” l’unico spazio dove i temi e i problemi della nostra categoria sono dibattuti tra chi vi fa parte” ma se qualcuno critica va FUORI!

riporto qui un post sul tuo FORUM…

Io lavoro in Qatar, grossi nomi a parte Gordon Ramsey che aprira’ il secondo ristorante (il primo at the Pearl already in questo contesto http://www.thepearlqatar.com/main.aspx e il secondo con l’apertura del nuovo St Regis a Gennaio 2011http://www.starwoodhotels.com/stregis/property/overview/index.html?propertyID=3080 )

Sono venuti tantissimi a vedere la situazione, dai maestri francesi alle stelle italiane e per fino Ferran Adria’ ma quasi tutti (a parte i mercenari) hanno fatto marcia indietro in quanto la situazione reperibilita’ prodotti qui in Qatar e’ un vero disastro ed e’ veramente difficile importare dall’ Italia a causa delle mille stupidissime regole che hanno in dogana.

Per farvi un esempio, tempo fa ho  parlato con Annie Feolde dell’ Enoteca Pinchiorri quando anche Lei e’ stata invitata qui per fare business ed ha dimostrato che il nome e il marchio che ci riconosce in tutto il mondo non e’ sempre in vendita.

Per quanto riguarda Hotel in apertura, ce ne sono veramente tanti, specialmente ora che il Qatar sta per conquistare i campionati del mondo del 2022 (fatevi un giro su questo sito per vedere quanto stanno facendohttp://www.qatar2022bid.com/ … incredibile!)

Noi qui a Four Seasons siamo in attesa di finire NOBU che in teoria dovrebbe aprire a Marzo 2011 ma ancora non hanno messo un mattone quindi la vedo molto dura…

Ci sono alberghi come Intercontinental che ha addirittura chiuso il suo ristorante Italiano e ce ne sono altri come La Cigale che ne ha appena aperto uno…

Spero di esserti stato di aiuto e nel caso ci fosse qualcosa di nuovo ti informero’

Visto che il tuo forum parla di problemi della Categoria, come pensi o meglio come il GVCI pensa di risolvere questi problemi? A parte quelli di scambio di link di lavoro.

Caro Mario Caramella, non prendertela ma credo che il gruppo che tu presiedi debba avere, e puo’ farlo. un ruolo diverso e piu’ incisivo a livello Politico ed interno, mi hai cacciato fuori, e non ho nessuna intenzione di entrarvi ancora, ma la democrazia ci insegna che bisogna dare la parola a tutti! Sia ll Cuoco che la Cucina Italiana ha bisogno di tanto lavoro e solo con l’unione si puo’ ottenere, bene le tue iniziative ma rischi di farti apparire solo una reclame di vecchio stile.

byemanuelesposito

Lascia un commento

Archiviato in Gli amici dell'arte culinaria

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...