Cresce il business delle frodi a tavola

di Alessandra Moneti

ROMA – Nei porti, con le cozze e le vongole, la criminalita’ organizzata si vende pure l’acqua di mare su cui chiede il pizzo agli operatori. E a tavola i consumatori hanno trovato mozzarelle blu, rosa, e a pois. Mentre il vino, un prodotto-simbolo del Made in Italy di qualita’, e’ vittima di sofisticazioni e contraffazioni. Le minacce poi arrivano anche via internet, dove sono stati riscontrati integratori con etichette non conformi o con presenza di sostanze non consentite.

Il Rapporto Italia a Tavola 2010, presentato oggi dal Movimento Difesa del Cittadino (Mdc) e Legambiente, conferma cosi’ che il business dell’agroalimentare ”e’ sempre piu’ appetibile per la criminalita’ organizzata e l’industria della contraffazione”. Un fenomeno contrastato da crescenti controlli, 700mila nel 2009 per opera delle Forze dell’Ordine (Nas, Icqrf, Corpo forestale, Agenzia delle Dogane, Sistema di allerta comunitario, Capitanerie di Porto, Carabinieri per le Politiche agricole e alimentari). Un pressing che ha evitato che arrivassero sulle nostre tavole 41 milioni di kg di prodotti per un valore di oltre 145 milioni di euro, a seguito della scoperta di oltre 86 mila infrazioni, tra penali e amministrativi.

Latte, formaggi, carni e prodotti di qualita’ i settori piu’ colpiti dalle frodi. Allettante nell’export sembra essere il falso ‘Made in Italy’, grazie a un ‘stacca-attacca’ di etichette. Nel 2009 i Nas hanno effettuato oltre 35mila ispezioni (+18,7% sul 2008) accertando 23.342 infrazioni (+9,1% sul 2008). L’Italia, come sottolineato dal generale Cosimo Piccinno dei Carabinieri per la tutela della salute (Nas), ”e’ il Paese europeo in cui si fanno piu’ controlli. E quindi si scopre di piu’.

La novita’ e’ l’emergere del cittadino-sentinella: delle 60 tonnellate di mozzarella o formaggi ‘strani o colorati di blu’ l’80 per cento viene da segnalazioni dei consumatori”. Sulla stessa lunghezza onda il direttore generale del ministero della Salute Silvio Borrello: ”siamo il primo Paese in ambito comunitario – ha sottolineato – che attiva il sistema di allerta; questo significa che c’e’ maggiore attenzione istituzionale ma anche da parte dei cittadini, che sono parte integrante del sistema di sicurezza alimentare”. Il Rapporto 2010 conferma che ”la filiera agroalimentare e’ sempre piu’ sotto attacco da parte degli speculatori e produttori senza scrupoli” ha detto il presidente Movimento Difesa del Cittadino Antonio Longo.

Ma anche, ha aggiunto Longo che ”le forze preposte ai controlli funzionano e hanno bisogno di essere rafforzate. Per questo va ripristinata e attivata l’Agenzia nazionale per la Sicurezza alimentare. Preoccupa inoltre la tendenza a depenalizzare, quando invece queste frodi a tavola andrebbero punite piu’ severamente”. I controlli sono aumentati ”per numero e qualita”’ ha sottolineato il senatore Francesco Ferrante della segreteria nazionale di Legambiente.

Ma sul settore agroalimentare ”c’e’ pressione criminale, in particolare di quella organizzata. Che da una parte puo’ mettere a repentaglio la salute dei consumatori, dall’altra colpisce un settore trainante dell’export Made in Italy. Il sistema dei controlli va rafforzato a tutela di una voce importante della nostra bilancia commerciale e di tutti i produttori onesti. Con particolare attenzione vanno difese dalle frodi le nostre piccole e medie aziende, nelle mire dei gruppi organizzati che speculano con profitti di milioni di euro” ha concluso. Mdc e Legambiente hanno poi premiato come buona pratica mense in ambito sanitario, il ‘Circolo del cibo’ di Ctm Altromercato e il progetto ‘Prevenzione salute al ristorante’.
di Alessandra Moneti

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...