150 anni di storia Italiana

Se oggi la Cucina italiana e’ conosciuta in tutto il mondo , alla faccia della globalizzazione dei fast food Americani, lo si deve anche e soprattutto la grande lavoro di Ciao Italia, Associazione voluta e pensata da Bartolo Ciccardini.
L’Italia e’ cambiata dal 17 Marzo del 1861, tanti Governi si sono succeduti sia di destra che di sinistra, ma una cosa e’ rimasta uguale la nostra cultura e tradizione gastronomica, la cosa che piu’ di tutto unisce veramente il nostro Paese, la cucina Italiana ha fatto passi da gicante questo e vero, oggi siamo apprezzati per i nostri prodotti di nicchia, l’Italia e’ un paese Tecnologico, ma la nostra cucina rimane e forse lo sara’ per altri 150 anni, semplice e’ i nostro DNA, sono i nostri prodotti genuini dalla terra, e spesso molti colleghi non si rendono conto dell’importanza di questo nostro oro.
Mi sarebbe piaciuto che l’organizzazione dei festeggiamenti, avrebbe dedicato almeno una giornata alla cucina italiana, in fondo e’ parte del nostro patrimonio, in fondo chi meglio della cucina puo’ raccontare questi 150 anni?
Ciao Italia sta’ organizzando un evento che mette insieme tutti gli associati in giro per il Mondo, mi sarebbe piaciuto che anche la GVCI invece di festeggiare la ormai nota giornata della cucina italiana, che si terra’ il prossimo 17 gennaio, lo avrebbe fatto il 17 marzo, va dato atto comunque a questa grande famiglia di cuochi il grande impegno e sforzo per promuovere la cucina tradizionale Italiana.
150 Anni di Unita’ d’Italia, sembrano tanti ma in fondo sono pochi, 150 anni ma nessun governo che in tutti questi anni ha creduto nel valore della nostra cucina, se solo pensiamo da Artusi a Marchesi la storia che potevano raccontare e raccontarci nessuno ha mai dato loro voce in capitolo, basti vedere il programma stesso, finche’ i governi non capiscono che la nostra piu’ grande risorsa prima del turismo e’ la cucina l’Italia non avra’ mai il giusto riconoscimento a livello mondiale, e’ la cucina piu’ copiata al mondo, di ristoranti Italiani c’e’ ne sono a milioni in giro, tanti solo il nome, e pure non c’e una sola legge che difenda la nostra cultura, e come se domani ci rubassero il Colosseo e nessuno fa nulla, la cucina Italiana e’ parte del nostro Patrimonio e va difeso a qualsiasi costo, e questi 150 anni devono essere l’inizio di un grande cammino comune, invito tutti le associazioni a condividere l’iniziativa di Ciao Italia, io con Mediterraneans cerchero’ di dedicare una giornata intera ai 150 anni della cucina Italiana il prossimo 17 marzo, perche’ questa e’ anche un occasione per promuovere il nostro marchio, per lasciare un segno ai giovani di domani come ha fatto Artusi con i suoi scritti, non deve essere un giorni di memoria ma un giorno di rinascita per la nostra categoria, festeggiamo tutti insieme il 17 marzo la nostra Unione, e che sia anche l;unione di tutti i colleghi almeno per un giorno.

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...